Registrazione     Login venerdì 10 luglio 2020
  Cerca  

 

Campeggio Pian del Colle
Loc. Meletzet - BARDONECCHIA   (TO)
Tel / Fax :0122.90.14.52

 

 

 

 

 

Richiesta Informazioni




Invia

 

LAVORI IN CAMPEGGIO

COSA-COME-QUANDO-PERCHE'


 

 

 

 

LE DOMANDE FREQUENTI ...

Qui trovi le risposte alla domande più frequenti.

Se hai una domanda da fare che non sia ancora stata inserita, puoi utilizzare il form qui a sinistra "richiesta informazioni" inserendo cognome e nome e la domanda alla quale desideri un riscontro.

 

Ti risponderemo il prima possibile.

 

 

 

 

 

D: Nello Scenario 1 la distribuzione H2O è solo estiva?
R
: Verificheremo se possibile garantirla tutto l’anno.

 

D: Sarà possibile, da parte di ogni socio, proporre Ditte per partecipare alla fase di proposta di realizzazione dei lavori?
R: SI. Verrà aperta specifica sezione nel sito dove saranno pubblicati tutti i documenti ufficiali del progetto e apposita mail(unico canale di comunicazione) per permettere a tutti i soci, consultazione ed interazione per domande, suggerimenti, proposte.

 

D: E’ stato verificato se per la tipologia di intervento sia necessaria perizia di impatto geologico?
R: Si, al progettista, in oltre il progetto dovrà essere approvato dal Comune di Bardonecchia prima di poter avviare la fese esecutiva, eventuali ulteriori rilievi/integrazioni emergeranno in quella fase e agiremo di conseguenza.

 

D: E’ stata fatta una stima di eventuali costi di manutenzione ricorrenti rispetto ai differenti scenari ed è stato ipotizzata la distribuzione di questi eventuali costi tra i  soci?
R: Per il primo punto è estremamente difficile fare ipotesi attendibili, in fase realizzativa si cercherà, indipendentemente dallo Scenario che sarà eventualmente realizzato, di adottare soluzioni tecniche che minimizzino i rischi di rotture/manutenzioni/gestione operativa. Per il secondo punto, nel caso di realizzazione dello scenario 2 o 3, si può ipotizzare una quota integrativa a quella base, per usufruire del «servizio» aggiuntivo. Tale ipotesi sarà oggetto di approfondimento da parte del CdA e proposta all’Assemblea Soci.

 

 

D: All’Assemblea Soci la votazione sarà limitata alla scelta tra i soli 3 scenari presentati?
R: il CdA ha votato all’unanimità di proporre l’adozione di uno dei tre scenari. L’Assemblea Soci è comunque sovrana nella decisione e si potrebbero adottare soluzioni di minima o addirittura l’inazione posto di assumere la responsabilità connesse alla scelta, come spiegato nella presentazione fatta il 5/1/2020. Fin d’ora però il CDA esprime totale dissenso da quest’ultima ipotesi viste le responsabilità civili e penali in capo al presidente e vice (soci come tutti) e la necessità di concedere a tutti i soci uguali diritti.

 

D: Indipendentemente dallo scenario adottato sarà facoltà del socio collegarsi allo stesso?
R: In parte: sarà OBBLIGATORIO il collegamento allo scarico per tutti, indipendentemente dal fatto di collegare il wc o solo le acque dei lavandini. E’ facoltativo invece l’allaccio alla rete di carico H2O. Si ribadisce che i costi relativi a questi allacciamenti personali alla rete comune saranno di esclusiva competenza del singolo Socio. Il CdA fornirà le specifiche tecniche che tali impianti dovranno rispettare, a garanzia di uniformità e corretta funzionalità rispetto alla parte comune oltre a raccogliere preventivo di massima dalle ditte esecutrici per avere un modello di esecuzione ed un prezzo concordato di massima.

 

 

 

 

 

 

 
 

 

I DOCUMENTI 

I DOCUMENTI
 TitoloData modificaDimensioni (Kb) Descrizione
PROGRAMMAZIONE LAVORI DI MANUTENZIONE09/01/20201.452,85DownloadSLIDE DELL'INCONTRO DEL 05/01/2020

 

 

 

 

 

IDEE & PROPOSTE

                       1.

    Visto che dalla discussione una delle preoccupazioni connesse all’adozione dello Scenario 3, il più complesso, è legata agli eventuali costi di manutenzione e/o riparazione si potrebbe valutare l’obbligatorietà di adozione di un sistema «tipo» Sanitrit per chi volesse collegarsi alla rete di scarico WC.